IL MIO MERAVIGLIOSO IMPREVISTO (N.TESO)

il
30 aprile 2019
Buongiorno Lettori, dopo aver sentito opinioni discordanti sullo stile e sui lavori di Nicole Teso, ho deciso di immergermi nella lettura del suo romanzo Il mio meraviglioso imprevisto - che dopo una prima pubblicazione self è stato ripubblicato da Newton Compton Editori a fine marzo - e avere finalmente una mia idea a riguardo.
Seguitemi dopo la trama per saperne di più.

IL MIO MERAVIGLIOSO IMPREVISTO
NICOLE TESO
Data pubblicazione: 28/03/2019 Editore: Newton Compton Editori Serie: standalone Finale: Autoconclusivo Genere: romantic suspense
Trama: Mercy è una ragazza solare, sempre gentile e disponibile. Lavora in un supermercato e le piace riordinare scaffali e stare in mezzo alla gente. La sera del suo compleanno esce insieme alla sua migliore amica, Juls, per andare a festeggiare. Ballano, bevono e si divertono, ma a fine serata, nel parcheggio, vengono aggredite da due ragazzi conosciuti poco prima nel locale. La situazione sta per mettersi male, quando all'improvviso un misterioso uomo arriva a salvarle. Si scaraventa contro i due ragazzi e li mette in fuga. Mercy rimane folgorata dalla sua presenza, soprattutto perché l'uomo conosce il suo nome. Juls invita l'amica a non rimuginare sull'accaduto e a non interrogarsi sull'identità di quella persona: sono salve e questa è l'unica cosa che conta. Dopo l'episodio le giornate trascorrono normali, ma Mercy non riesce a smettere di pensare all'uomo che le ha salvato la vita, fin quando, una sera, non se lo ritrova davanti. Chi è davvero quell'uomo misterioso e perché conosce così tante cose di lei?
Fin dalle prime pagine lo stile di questa giovane autrice è fluido ma allo stesso tempo non banale.
La storia è scritta dal punto di vista della protagonista, Mercy, e già dai primi capitoli riusciamo a capire che nonostante la sua vita appaia da fuori “normale” e ordinaria, con un lavoro al supermercato, una famiglia che si preoccupa per lei e una migliore amica che la trascina a divertirsi, c'è qualcosa che non va.
Stava prendendo forma un lato oscuro di cui non mi sarei potuta liberare; qualcosa che quello sconosciuto aveva alimentato.
Le cose precipitano quando Mercy e l'amica Juls vengono quasi violentate da due ragazzi conosciuti in un ambiguo locale e tratte in salvo da un uomo che non rivela nulla di sé, ma che fa intendere di conoscere bene entrambe le ragazze, soprattutto Mercy.
Se già prima l'atmosfera del romanzo poteva sembrare lievemente cupa, da qui in poi ho percepito ampiamente un clima ombroso e carico di mistero, intrigo e segreti.
Lo sconosciuto infatti, dopo la sua prima apparizione, oltre a non lasciare mai i pensieri di Mercy che non riesce a spiegarsi come faccia a conoscerla, ricompare più e più volte, sempre in circostanze misteriose ed enigmatiche. Ben presto per la ragazza diventa un'ossessione riuscire a scoprire qualcosa in più su di lui e sulla sua vita.
Non ero il tipo di ragazza che cercava in ogni modo di piacere a un uomo, ma ero determinata a saperne di più; ero determinata a capire chi fosse quell’uomo e per quale motivo avesse deciso di salvarmi per poi sparire nel nulla. Era la sfida più invitante che mi fosse mai capitata.
Tra i due nasce qualcosa, anche se Mercy non riesce a sapere molto sul suo salvatore, e ogni volta che sembra conquistare un tassello in più per completare questo contorto puzzle, l'uomo fa almeno due passi indietro, lasciandole un vuoto incolmabile nel cuore e nell'animo oltre che mille domande nella testa.
In tutto questo, dopo la tentata aggressione, Mercy quasi ogni notte è scossa da tremendi incubi che la lasciano spossata, agitata, e la portano a porsi sempre più domande su di sé, la sua vita, il suo futuro.
«Le cose più belle sono quelle per cui non c’è alcuna spiegazione».
Ammetto che per tre quarti del libro ho cercato inutilmente di trovare una soluzione a questo mistero, ho tentato ogni strada possibile per capire chi fosse il ragazzo del mistero e che legame potesse avere con Mercy. Ho più volte pensato di sbattere la mia testa e il Kindle contro al muro, arrivando a odiare questo infinito enigma e tutti i tiria e molla tra i due.
A un certo punto avrei voluto avere davanti i due protagonisti e prenderli a sberle.
Lei perché fin dall'inizio rimane folgorata dal mistero e dalla personalità di lui, lui perché sembra in tutto e per tutto uno stalker con abilità magiche, tipo Mago Merlino, di scomparire e ricomparire come una sorta di fantasma.
Ci sono persone nate per consumarsi assieme e io avevo trovato quella che mi avrebbe fatto impazzire fino a lasciarmi in fin di vita.
Solo una volta arrivata alla fine, quando finalmente viene svelato l'arcano, ho passato parecchi minuti a ripetere tra me “Nooo!” e mettendo insieme i pezzi, mi sono sentita anche un po' stupida per non aver capito subito tutto.
Mi sono focalizzata sul presente senza cercare indizi nel passato, e questo mi ha portato fuori strada, un po' come è successo a Mercy.
Lui stravolgeva le mie certezze. Lui sapeva sempre tutto, proprio come se mi conoscesse davvero, proprio come se gli unici segreti tra di noi fossero i suoi. Lui sapeva l’effetto che mi faceva.
Tanto di cappello all'autrice per essere riuscita a creare una trama intrigante e che tiene con il fiato sospeso il lettore per buona parte della lettura, che scorre senza intoppi. Inoltre ho trovato le scene hot, presenti ma non eccessive, descritte in maniera interessante ma allo stesso tempo non volgari (particolare non scontato ultimamente).
L'unica nota stonata che non capisco, è il titolo zuccheroso che non trovo per niente appropriato alla storia. Il romanzo è ricco di mistero e suspense, è avvolto nella nebbia, ricco di incubi e incertezze, domande, nessun meraviglioso imprevisto, ma l'autrice e la casa editrice avranno sicuramente le proprie ragioni. È solo un mio parere.
Lettura consigliata a chi vuole sentirsi un po' Jessica Fletcher per risolvere il mistero e per chi vuole provare emozioni forti in bilico tra amore e terrore.
Buona lettura!

[Copia arc digitale ricevuta dall'editore]

Scrivi il primo commento!
Posta un commento